Realizzare un catalogo aziendale: da che parte comincio? Niente panico! Ecco alcuni consigli pratici per muovere i primi passi

produzione catalogo aziendale

Il catalogo aziendale è lo strumento promozionale fondamentale per ogni azienda, grande o piccola che sia, perché ha una duplice funzione: da un lato raccoglie e organizza tutti i prodotti e (se ben riuscito) li presenta nel modo più accattivante possibile; dall’altro guida il cliente nella scelta dell’opzione più adatta a lui, presentandogli tutta la gamma possibile di alternative e personalizzazioni.

Realizzare un buon catalogo non è affatto cosa semplice, perchè le informazioni da inserire sono tante e vanno ben organizzate per assicurare leggibilità e fruibilità. Un’impostazione grafica attraente e creativa, inoltre, è fondamentale perchè il catalogo sia veramente efficace come strumento promozionale. Insomma, proprio come ogni altra pubblicazione richiede un attento lavoro di progettazione e una lunga raccolta preliminare di informazioni e materiale fotografico.

Allora da che parte cominciare? Oggi vi proponiamo una piccola lista da seguire nella realizzazione del vostro catalogo, per ottenere un prodotto ben strutturato e attraente.

Un ultimo consiglio prima di iniziare: non vi accontentate di un catalogo di media qualità, ma prevedete un investimento adeguato per realizzare un catalogo di pregio. In altre parole, affidatevi a professionisti del settore che sappiano guidarvi nel modo giusto tra le infinite opzioni disponibili. Alla fine otterrete un prodotto di qualità che non ha niente da invidiare ad una piccola opera d’arte, non ve ne pentirete e resterà un punto d’orgoglio della vostra storia aziendale, indimenticabile per qualunque cliente.

 

  1. Raccogliete tutte le informazioni necessarie

libri e cataloghi stampa offset

Di quali informazioni avete bisogno? Fondamentalmente di tre tipi di dati:
1) un elenco dei prodotti aziendali completi di scheda descrittiva;
2) fotografie dei prodotti ed eventualmente rendering in 3D per simulare i prodotti in un contesto reale;
3) informazioni sull’azienda, dalla sua storia alle coordinate geografiche all’indirizzo web ed i social network.

Questo passaggio è particolarmente importante soprattutto perché un catalogo va pensato come un tutt’uno organico e coerente, quindi è fondamentale avere una prima panoramica esaustiva di tutte le informazioni che desiderate inserirvi per poterle organizzare al meglio.

 

  1. Organizzare uno shooting fotografico

Attenzione alla qualità delle foto! Farà la differenza nel prodotto finito. Se ne avete la possibilità, la scelta migliore è sempre quella di affidarsi ad un fotografo che sappia valorizzare i vostri prodotti scegliendo accuratamente le luci, le angolazioni e i colori.

 

  1. Impostate un indice dei contenuti

Puntate ad un catalogo leggibile e funzionale oltre che bello. Le informazioni che avete raccolto sono sicuramente una quantità notevole, ma con la giusta organizzazione dei contenuti tutto risulterà in ordine e facile da consultare. Ecco un esempio di indice a cui potete ispirarvi:

  • Descrizione dell’azienda
  • Prodotti divisi per tipologia, ognuna delle quali preceduta da una facciata fotografica con un breve testo di presentazione
  • Modulo per ordinare i prodotti
  • Indice alfabetico di tutti i prodotti, per una consultazione veloce
  • Contatti

 

  1. Consultate il vostro tipografo

cataloghi

Ora che vi siete fatti un’idea di cosa inserire nel vostro catalogo e come, è giunto il momento cruciale di scegliere, insieme al vostro tipografo di fiducia, il formato di stampa, il numero di copie, la grammatura della carta. Tutte queste informazioni andranno poi trasmesse al grafico per impostare l’impaginazione.

Ricordate che la tipografia sarà l’ultima linea di difesa contro eventuali errori prima della stampa definitiva, quindi non risparmiate sul budget destinato a questo passaggio! Una buona tipografia sarà la vostra salvezza.

 

  1. Realizzate una proposta grafica

A questo punto tocca al grafico preparare almeno un paio di proposte di impaginazione e di resa grafica del catalogo, tra cui scegliere quella che meglio rappresenta l’azienda e la vostra idea finale. Il grafico dovrà proporvi una soluzione creativa che sappia catturare l’attenzione e resti impressa nella memoria del potenziale cliente, ma che allo stesso tempo aderisca all’immagine e ai valori dell’azienda e sia in armonia con il logo che già avete in uso.

Ricordate che nel catalogo cartaceo il logo, insieme ai contatti, dovrebbe essere ripetuto su ogni pagina. Un bravo grafico realizzerà un layout ordinato e non troppo affollato, per rendere tutto il più leggibile e pulito possibile. Quando sceglierete tra le varie opzioni che vi proporrà, tenete a mente questi criteri di selezione: funzionalità, leggibilità, attrattiva estetica, originalità.

 

  1. Preparate i testi

Recuperate la prima raccolta di dati che avete fatto e su quella base preparate:
1) le schede prodotto dettagliate, possibilmente sotto forma di didascalie e griglie per agevolare la lettura e la selezione di informazioni; 2) un breve testo introduttivo sull’azienda, la sua storia e le persone che vi lavorano. Potete essere creativi e inserire qualunque informazione riteniate interessante, ma attenzione alla lunghezza! Meglio essere concisi ed evitare inutili ripetizioni;
3) testi riempitivi, anche questi meglio se brevi ed efficaci dal punto di vista comunicativo. Si tratta di quei testi con cui accompagnare per esempio le pagine fotografiche di presentazione della categoria prodotto (per intenderci, se producete mobili avrete la categoria cucine, salotti, camere da letto ecc.).

Ricordate che, al pari di una buona grafica, un buon copywriting (breve, d’effetto, capace di catturare l’immaginazione) è fondamentale per l’ottima riuscita del vostro piano di marketing. Concordate con il grafico lo spazio a disposizione per ogni testo.

 

  1. Fate un’attenta revisione

Quanto ottimo lavoro preliminare vanificato da revisioni sbadate e superficiali! Una negligenza che potreste pagare molto cara, quando il catalogo sarà stampato e non potrete più intervenire per correggere gli errori. E fidatevi, per quanto attenta sia la revisione qualche errore spunta sempre fuori. Quindi fatevi preparare dal tipografo un campione e sottoponetelo a diverse revisioni, anche collettive, per essere sicuri di non aver tralasciato nulla.

 

  1. Mandate il catalogo in stampa

Eccoci al passaggio di chiusura, finalmente! Ora è tutto nelle mani del tipografo, che si occuperà di stampare e rilegare il vostro catalogo secondo i parametri decisi in precedenza.

É tutto, il vostro catalogo è pronto. Se siete stati attenti e avete previsto un buon investimento, a questo punto avete per le mani una pubblicazione attraente ed efficace che renderà la vostra azienda memorabile. Non lo ripeteremo mai abbastanza: affidarsi a professionisti del settore è fondamentale.

La Nova Cartotecnica Roberto, per esempio, oltre a vantare una lunga esperienza possiede un reparto grafico interno e una squadra di professionisti che assicura un’impostazione coerente del catalogo, lo segue passo passo in ogni fase di realizzazione e lo consegna nelle mani del cliente senza dover ricorrere a professionisti esterni. Se immaginate un catalogo di pregio questa è la strada giusta da seguire.

E ora non ci resta che augurarvi buona progettazione!

Contatti

Email: amministrazione@novacartotecnicaroberto.it | commerciale@novacartotecnicaroberto.it Tel.: 085.2015595 Fax: 085.8425566 Cel.: 328.2818798 | 345.4009948

Viale Manzoni Snc – Zona Art.le Ripoli, 64023 Mosciano Sant’Angelo TE  

Pin It on Pinterest