Serigrafia UV per la decorazione degli stampati.

packaging vinoLa Serigrafia UV è l’evoluzione di una tecnica decorativa antichissima comunemente chiamata “stencil”.
L’idea alla base di questa tecnica prevede l’utilizzo di un telaio da porre sopra la superficie da decorare così da lasciare libera solo la sezione desiderata, che può assumere qualsiasi forma e anche rappresentare una scritta. Il passaggio successivo consiste nell’applicare sopra di essa un inchiostro e poi rimuovere il telaio. Si otterrà, impressa sulla superficie, la sagoma desiderata. Si tratta quindi di una sorta di verniciatura su aree selezionate.

Originariamente questa tecnica di stampa artistica veniva utilizzata per impreziosire abiti e tessuti. Oggi, invece, grazie alle moderne tecnologie è possibile decorare qualsiasi materiale, dalla carta alla porcellana, con una varietà di forme e colori praticamente infinita.

Come tecnica di stampa, la serigrafia UV permette di mettere in risalto degli elementi di uno stampato attraverso la brillantezza degli inchiostri o lo spessore dato dalla vernice, applicata in questo caso su superfici limitate. L’effetto ottenuto è di grande eleganza e crea un effetto tridimensionale che stimola non solo sensazioni visive ma anche tattili.

 

Le tipologie di serigrafia

cartelle cartonate con anelliLa prima distinzione da fare è quella tra serigrafia artigianale e serigrafia industriale. Si parla di serigrafia artigianale quando la stampa è realizzata a mano, in genere per pezzi unici oppure test. Oggi però, per incontrare le richieste di produzione in grosse quantità, esistono dei macchinari semiautomatici (per le piccole tirature) e automatici (per le grandi tirature) che realizzano quella che viene chiamata serigrafia industriale.

A seconda degli effetti desiderati è possibile scegliere tra diverse tipologie di serigrafia:

  • Serigrafia lucida
  • Serigrafia opaca
  • Verniciatura spessorata o a rilievo
  • Effetto glitter o ruvido
  • Effetto sabbiato

 

Per quanto riguarda gli inchiostri, invece, la scelta può ricadere essenzialmente su due tipi: quelli vinilici e quelli UV. Mentre i primi sono particolarmente resistenti allo strofinamento e all’azione di agenti esterni, i secondi garantiscono un’altissima resa in termini di definizione, che consente di realizzare anche disegni molto particolareggiati.

 

Cosa posso serigrafare?

I supporti che è possibile serigrafare sono molti: carta e cartone, vetro, plastica, alluminio, vari tipi di tessuti, pvc, polipropilene e ecc.

Di conseguenza, la serigrafia è applicabile ad una grande quantità di oggetti, per personalizzarli e conferire loro un valore estetico aggiunto: adesivi ed etichette, tessuti, cartelloni, segnaletica stradale, maniglie, libri e cataloghi, scatole e molto altro.

Ricapitolando, la serigrafia uv è una tecnica di stampa adatta a chi desidera impreziosire e personalizzare con stile i propri strumenti di marketing, garantendo un’ottima resa grafica e un’inimitabile definizione dei colori anche su grandi tirature.

Pin It on Pinterest