Packaging per il vino e strumenti per il marketing

packaging per il vinoPromuovere efficacemente un vino richiede strumenti di comunicazione mirati in grado di incuriosire, come ad esempio le etichette a scaffale, ma soprattutto di stimolare il ricordo positivo di chi ha acquistato o semplicemente degustato quel vino. In questo articolo ci concentreremo quindi su quegli strumenti che sono funzionali allo sviluppo di un rapporto diretto e solido con distributori del vino, ristoratori e appassionati che frequentano le degustazioni e amano visitare le cantine. Secondo noi, esistono degli strumenti fondamentali che non possono mancare in un piano di marketing per il vino: le confezioni in cartotecnica, delle brochure, magari con effetti ricercati (come carta preziosa o serigrafia uv) e le shopper in carta per le bottiglie. Nei prossimi paragrafi vedremo tutto nel dettaglio. Ancora per le bottiglie è poi possibile prevedere una nutrita serie di accessori originali da realizzare in cartotecnica: folding boxes (ad astuccio singolo, bipack e tripack), collarini a piramide, pendagli e cartigli. Si tratta di elementi che decorano, stimolano l’immaginazione e rafforzano il piano di marketing dell’azienda produttrice.  

Scatole in cartotecnica personalizzate: una confezione di pregio per le bottiglie di vino

packaging vinoLe etichette delle bottiglie di vino sono sicuramente il campo in cui la battaglia della comunicazione si inasprisce maggiormente, specie per i vini che vengono venduti a scaffale. Purtroppo quindi, a meno che non scegliate di sviluppare forme di bottiglie originali o il vostro brand non sia già eccellentemente posizionato sul mercato e quindi conosciuto da tutti, ci sono poche possibilità di distinguersi in modo netto. In altre parole: l’etichetta ce l’hanno tutti, a voi serve qualcosa di più per essere notati. La prima e più efficace soluzione per ottenere quel qualcosa in più è realizzare per la vostra bottiglia una confezione in cartotecnica, dove carta, effetti cromatici, metodo di chiusura creano e diffondono un messaggio ben preciso. Inoltre, la scatola (anche vuota) diventa un oggetto di arredamento di enoteche e ristoranti: in questo modo non esaurisce la sua efficacia di marketing una volta che il vino è stato bevuto, ma continua a parlare di voi a chiunque entri nel locale. La scatola (oppure l’astuccio) per il packaging della bottiglia di vino possono essere realizzati in legno o in cartotecnica. Entrambi i materiali creano un’atmosfera tattile e olfattiva che richiama la cantina, il luogo di nascita e progettazione del vino, stabilendo un legame con il cliente che non è più solo visivo ma anche emotivo e profondo. Il vantaggio della realizzazione in cartotecnica del packaging per vino però è notevole, perché i materiali utilizzati sono estremamente versatili e si prestano ad una gamma cromatica e di effetti nettamente superiore. La carta e il cartone, sapientemente lavorati, offrono le stesse caratteristiche del legno in termini di protezione della bottiglia dagli urti e di resistenza, ma possono essere colorati, serigrafati, stampati con inchiostri dai colori raffinati (oro, argento), dotati di finestre ed effetti tridimensionali tramite applicazioni personalizzate. Potete anche pensare di realizzare speciali confezioni regalo oppure edizioni limitate per anniversari ed eventi particolari. Con la guida attenta di un bravo designer, realizzare una confezione di pregio per la vostra bottiglia è semplice. Vi permette di essere notati, posizionarvi eventualmente nella fascia di prezzo più alta e mettere nelle mani del cliente un oggetto di design che continua a tramandare il vostro messaggio al di là dei limiti della bottiglia.  

Brochure per la promozione del vino

Alla fiera del Vinitaly 2018 hanno partecipato 128.000 visitatori da 143 nazioni: un vero e proprio palcoscenico in cui mostrare il meglio di sé e catturare l’interesse del degustatore. Prima ci sono gli assaggi, le degustazioni, le scoperte di vini nuovi e interessanti. Ma il momento per chiudere le vendite arriva solo dopo, a fiera finita. Quindi al vostro vino tocca una missione ben precisa: quella di restare impresso nelle papille gustative del buyer, per convincerlo a portare a casa una bottiglia e diventare possibilmente un acquirente regolare. Ogni vino è una storia da raccontare: perché non utilizzare un supporto cartaceo, come una brochure, per trasmettere il messaggio che vi sta a cuore e creare per il vostro vino una personalità unica? Non c’è bisogno di scrivere un romanzo: attenzione per l’ambiente, passione per il territorio o spirito mondano del vostro brand sono aspetti che possono essere trasmessi anche in una semplice brochure composta di foto e immagini delle vostre bottiglie. L’importante è affidarsi a un buon grafico e a un ottimo esperto di stampa.  

Shopper per le bottiglie di vino

Abbiamo già parlato di come l’etichetta, seppur ben fatta e originale, possa fare poco nella selva di prodotti a scaffale per far emergere il vostro vino tra tutti gli altri. Ma i limiti della bottiglia possono essere facilmente superati con alcune soluzioni di packaging per vino, una delle quali è la scatola in cartotecnica, un’altra è la shopper di carta. La shopper per vino è fondamentalmente una busta di carta o cartoncino realizzata a misura di bottiglia, adatta a facilitare il trasporto, a contenere il prodotto senza nasconderne il brand, e infine ad essere riutilizzata anche a bottiglia vuota continuando a trasmettere il vostro messaggio. La shopper in cartotecnica può essere fortemente personalizzata, coerentemente con il vostro piano di marketing e comunicazione. Uno dei grossi vantaggi di scegliere un materiale come la carta (qualsiasi tipo di carta, anche speciale e pregiata) è la possibilità di colorarla, stamparla, tagliarla secondo le necessità creative e grafiche del prodotto, mantenendo sempre un’ottima resa. La shopper di carta per vino, come abbiamo detto, è a misura di bottiglia, ma può essere anche pensata per contenere due o più bottiglie in sicurezza e praticità; può essere dotata di finestre per mettere in risalto l’etichetta o la forma della bottiglia; infine, la chiusura può essere personalizzata, scegliendo tra le tante a disposizione della cartotecnica (per esempio a incastro, magnetica, con nastro da allacciare, ecc.). Non c’è che l’imbarazzo della scelta. In questo modo semplice ma intelligente, la bottiglia cessa di essere solo una bottiglia e diventa l’elemento integrante di un piano di marketing ben congegnato, in cui ogni pezzo del packaging della bottiglia crea la storia e la personalità del vino. E, soprattutto, continua a parlare del vostro brand anche a bottiglia finita.  

Biglietti da visita e cartoline promemoria per recensioni

Se possedete una cantina sapete com’è emozionante per un appassionato di vino visitare il luogo in cui questo viene concepito, progettato e realizzato. Anche per i profani che non possiedono una grande cultura enogastronomica, scoprire i processi che stanno dietro alla creazione di un vino è estremamente interessante e può essere un incentivo ad assaggiare, scoprire, farsi una cultura e magari diventare consumatori assidui. Organizzare degustazioni, visite guidate, open day nella vostra cantina è un modo low cost ma estremamente efficace di far conoscere il proprio brand, che tutti produttori dovrebbero praticare, perché richiede un impegno di risorse veramente minimo ma incentiva lo strumento di marketing per eccellenza: il passaparola. Per questo è essenziale prepararvi come si deve: fate trovare all’ingresso della vostra cantina dei biglietti da visita da riportare a casa, con tutti i riferimenti per l’acquisto del vostro prodotto e per reperire i vini assaggiati in sede. Il visitatore non dovrà lasciare la cantina senza qualcuno dei vostri biglietti in tasta, come promemoria personale e come strumento d passaparola da condividere con gli altri. Chi esce dalla vostra cantina non solo avrà impresso nella memoria il gusto del vostro vino, ma avrà una storia interessante da raccontare e condividere con la famiglia, gli amici, magari sui social, una storia fatta di aneddoti reali ed emozioni vere che connettono a livello profondo il cliente e il prodotto. Un semplice biglietto da visita, anche molto essenziale, fornisce a queste persone lo strumento pratico di diffusione del vostro brand. Un’ultima idea per rafforzare in modo semplice il proprio piano di marketing sui social, pensata in particolare per chi possiede una cantina annessa a un agriturismo oppure un bed and breakfast: create una cartolina che sia biglietto da visita, ricordo per il visitatore (magari con una bella foto della cantina, della vista sui vostri vigneti o di una bella bottiglia che avete realizzato) e anche promemoria per incentivare l’interazione sui social. Invitate i vostri clienti a seguire la pagina Facebook, a lasciarvi una recensione su Trip Advisor e a condividere la loro esperienza del vostro vino con foto e commenti. Anche questa cartolina, come il biglietto da visita, lascerà la vostra attività insieme al visitatore e sarà strumento di passaparola reale e digitale.  

Conclusioni

Per concludere, la promozione di un vino, per essere efficace, deve basarsi su un progetto di packaging della bottiglia che permetta di superarne i limiti e la tendenza all’anonimato. La scatola in cartotecnica, la shopper, il biglietto da visita, la brochure e la cartolina sono tutti strumenti di marketing efficaci per raccontare il vostro brand e continuare a diffondere il vostro messaggio anche dopo che la bottiglia è stata condivisa e bevuta. È necessario però che il progetto di packaging sia coerente e realizzato con maestria da una cartotecnica con esperienza, possibilmente con designer e grafico interni per poter gestire la lavorazione in tutte le sue fasi. In questo modo il vostro vino non è più solo un vino, ma un’esperienza, un ricordo piacevole, un’emozione da condividere e ripetere appena possibile.
Contatti

Email: amministrazione@novacartotecnicaroberto.it | commerciale@novacartotecnicaroberto.it Tel.: 085.2015595 Fax: 085.8425566 Cel.: 328.2818798 | 345.4009948

Viale Manzoni Snc – Zona Art.le Ripoli, 64023 Mosciano Sant’Angelo TE  

Pin It on Pinterest