Scatole per la cosmetica. Impossibile farne a meno nel marketing della cosmesi

In Italia il mercato della cosmetica vale 10.150 milioni di euro nel 2018 con una crescita del 1,3% rispetto l’anno precedente.

Un mercato enorme dove per vincere la concorrenza è necessario sviluppare la forza del proprio brand e dimostrare di essere sempre al passo con le ultime tendenze in fatto di stile.

Per competere in questo settore realizzare delle scatole per i prodotti cosmetici personalizzate è un elemento cruciale per far sì che i propri prodotti siano sempre distinguibili.

 

Il valore del packaging secondario nel marketing dei prodotti cosmetici

I prodotti cosmetici come profumi, rossetti, creme, prodotti per capelli, oli e smalti hanno tutti una stessa funzione di base nelle mente di chi li acquista: esaltare bellezza e fascino.

Per utilizzare i concetti dello story telling si può dire che il prodotto cosmetico equivale ad una pozione magica per l’eroe della storia; pozione senza la quale l’eroe non sarà in grado di compiere il proprio destino.

Continuando questa analogia il packaging secondario, solitamente una scatola di cartone personalizzata, equivale allo scrigno che protegge la pozione magica.

Nelle storie però la pozione magica è una sola, non c’è grande scelta.
Nel nostro mondo invece le possibili scelte per i consumatori sono davvero tante, come sono molteplici i punti di contatto con i prodotti.

I principali canali di vendita dei prodotti cosmetici nel 2018 sono stati: profumerie (20% del totale), erboristerie (4,3%), parrucchieri (5,7%), farmacie (18%), gdo (40%) ed e-commerce (3,8% del totale ma con una crescita del 22% rispetto il 2017).

La crescente complessità dei canali di contatto tra prodotti e consumatori rende necessario creare una comunicazione continua e coerente con il prodotto.

In questo contesto il packaging diventa cruciale per sviluppare il legame tra brand e cliente attraverso l’esperienza del prodotto.

 

Come personalizzare una scatola per prodotti cosmetici

Quando si deve decidere come sviluppare una scatola per prodotti cosmetici un primo elemento da prendere in considerazione è la forma del packaging primario.

Un packaging secondario in cartotecnica potrà contenere esattamente il prodotto da commercializzare e l’eventuale manuale di istruzioni, oppure essere più grande del packaging primario, così da presentare una maggior superficie espositiva sullo scaffale (come succede ad esempio per le tinture dei capelli o le confezioni regalo).

Una volta scelto il rapporto tra packaging primario e secondario una variabile fondamentale è lo spessore del cartone della scatola.

Una scatola in cartoncino leggero andrà benissimo per prodotti economici ma non in abbinamento a prodotti di lusso.

Per nobilitare la confezione sarà inoltre possibile applicare decorazioni a caldo e donare un effetto lucido od opaco alla superficie esterna.

Degli elementi accessori ma importantissimi per aumentare la visibilità del brand sono le shopper in cartone personalizzate e i cartelli vetrina.

 

Per una consulenza dettagliata sulla realizzazione di scatole e astucci per i prodotti cosmetici non esitate a contattarci. Vi sapremo consigliare sul progetto di cartotecnica e darvi il supporto necessario per la progettazione grafica, anche partendo da zero.

Contatti

Email: amministrazione@novacartotecnicaroberto.it | commerciale@novacartotecnicaroberto.it

Tel.: 085.2015595
Fax: 085.8425566
Cel.: 328.2818798 | 345.4009948

Viale Manzoni Snc – Zona Art.le Ripoli, 64023 Mosciano Sant’Angelo TE  

Pin It on Pinterest